#MEMORIEDELSUOLO (2015-19)

 

Ricerca di ampio respiro che la Compagnia intende sviluppare nel quinquennio 2015-19 sul tema dell'identità e del luogo. In particolare, il progetto vuole indagare e analizzare la relazione che intercorre tra il senso di appartenenza e di radicamento di una comunità e i luoghi in cui questa comunità risiede e/o riconosce come propri. Il progetto è teso anche a scoprire se quelle comunità (città o quartieri o borghi o piccoli comuni) siano o non siano “luoghi”.

È comunemente nota la definizione che Marc Augé dà del “nonluogo”. Specifichiamo di seguito quali sono le tre caratteristiche del “luogo” che andiamo cercando:

  • è identitario

  • è relazionale

  • è storico

Ma  ogni spazio può essere “luogo” per alcuni e “nonluogo” per altri: un aeroporto, per esempio, è un nonluogo per chi vi transita ma è un luogo per chi vi lavora e v’intesse una serie di relazioni sociali.

 

Il progetto vuole dunque capire, in primis, se siamo in presenza o meno di identità, intesa come il modo in cui l'individuo considera e costruisce se stesso come membro di determinati gruppi sociali, e se questa identità è o non è in relazione ad un luogo. E di conseguenza se siamo in presenza di “luogo” in rapporto con il contorno sociale o di un “nonluogo” privo di identità.

L'ultimo attraversamento, suggerito dal sottotitolo “Memorie del Suolo”, è affidato alla ricerca delle memorie degli abitanti o dei membri della comunità ospitante. Anche in questo caso è ben nota la relazione tra memoria e identità. La Compagnia, attraverso la tecnica dell'intervista, raccoglierà e reinterpreterà memorie collettive e memorie individuali ponendosi domande circa la memoria sociale (o di gruppo) e interrogandosi su quali siano i rapporti tra questa e le memorie individuali.

© 2019 by COMPAGNIA PIETRIBIASI/TEDESCHI
 

  • cpt-facebook
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now